home pagefront pageNext pagePage Updownload

   

Ago di Tredenus

Sulle pareti del “Grande Cocomero”

 

Introduzione
 

È certamente tra le strutture pinnacolari del massiccio tra le più estetiche e belle. A forma spiccatamente tondeggiante ricorda un gigantesco cocomero dalle pareti lisce piantato fra la Cima Settentrionale di Tredenus e i Gemelli. La visuale dal bivacco, posto nelle sue immediate vicinanze, non è tra le migliori in quanto la roccia di colore grigio scuro che lo caratterizza ne determina una sminuente mimetizzazione con i retrostanti e di poco più alti Gemelli. Ma sarà sufficiente prendersi la briga di spostarsi senza guadagnare quota dai lastroni dove è ubicato il bivacco ai ghiaioni di macigni che ne coronano la base per poter ammirare una cuspide di razza dalle forme veramente superbe. Le sue ascensioni sono tutte interessanti per la qualità della roccia e la bellezza ambientale che ne fanno una meta arrampicatoria di prim’ordine. L’accesso dal bivacco C.A.I. Macherio è brevissimo. La lunghezza degli itinerari non eccessiva. Ci si può permettere di affrontare la salita di una spettacolare guglia granitica senza fretta assaporando fino in fondo il piacere di una bella salita contornati da un ambiente affascinante.
 
Caratteristiche

 
Stupendo pinnacolo di forma inusitata, una delle guglie granitiche più caratteristiche di tutte le Alpi Centrali. E’ costituito alla base da scudi molto compatti che si articolano man mano ci si avvicina alla sommità a differenza di quanto si potrebbe essere portati a dedurre da una semplice osservazione dalla base; di fronte alle slanciate forme dell’Ago è facile maturare un certo sentore di inaccessibilità o comunque di presunto impatto con difficoltà molto elevate. La roccia è un eccellente tonalite di colore grigio scuro, il medesimo che caratterizza tutte le altre belle strutture del Tredenus; presentando una certa fessurazione la chiodatura o la protezione con sicurezze veloci risulta generalmente non difficile. In definitiva una meta obbligatoria per chi visiti il Tredenus.
 
Accesso
 
Dal Biv. C.A.I. Macherio alzarsi in direzione del vicino Ago per campi detritici superando una colata megalitica determinata da un evidente crollo che ha coinvolto alla fine degli anni ’80 la Cima Settentrionale di Tredenus, fino alla base del pinnacolo; presenza di neve fino ad estate inoltrata (ore 0,15 dal bivacco).
 
Punti di appoggio

 
Bivacco C.A.I. Macherio raggiungibile in circa ore 3,00 da località Volano.
 
Itinerari

 

[Spigolo Ovest, "Virginio Quarenghi" ]               [immagine]
[Parete Ovest, "Via del Grande Cocomero"]             [immagine]

[Parete Est, "Via Bramani"]                                       [immagine]